Tecniche

 

Attualmente le correzioni chirurgiche di un difetto di rifrazione avvengono principalmente in due modi:
 
Procedure corneali mediante dei laser che modificano la curvatura della cornea. Le procedure corneali sono le meno invasive, questo è il principale motivo per cui sono quelle maggiormente eseguite in chirurgia refrattiva. Si usano per la correzione dei difetti visivi lievi ed elevati, mediante l’utilizzo del laser che modifica la curvatura corneale e sono:

 

PRK
LASEK
LASIK
FEMTO-LASIK


Procedure intra-oculari (dette anche lenticolari) che si effettuano inserendo una lente intraoculare appropriata (IOL Intra-Ocular Lens), mantenendo il cristallino, oppure asportandolo. Le procedure intra-oculari si utilizzano prevalentemente nella correzione dei difetti miopici e ipermetropici molto elevati (miopie maggiori di 12-15 diottrie, ipermetropie maggiori di 5-7 diottrie).Vista la loro maggiore invasività si utilizzano laddove trattamenti chirurgici corneali con laser non sarebbero compatibili con parametri di sicurezza a causa della quantità di tessuto da asportare.

 

IOL FACHICHE cristallino lasciato in sede 

IOL TORICHE lenti per astigmatismo (con asportazione cristallino)

IOL MULTIFOCALI lenti per presbiopia  (con asportazione cristallino)